Burla… sque

Ci sono delle volte in cui mi sento davvero preso in giro.

E dire che me l’avevan detto tutti eh… ma io NO! Dovevo farmi la mia opinione. E così sia, mi tocca esprimermi e se non avete visto il film non vi conviene proseguire oltre dato che farò spoiler selvaggio. Ammetto di essere stato spinto dal fatto che Aifonnfoouurr mi regala il cinema gratis tutte le settimane, quindi se prima ero di bocca buona e sceglievo con cura i film per cui spendere (QUI A MILANO OTTO EURO E CINQUANTA) adesso no, uno a settimana me lo sparo a prescindere a parte streaming, dvd e compagnia bella.

Sono uno che guarda molti, molti, molti film e questo puzzava di fiasco lontano un miglio. Ahimè la profezia si è avverata. Sinceramente… non è che sia uscito insoddisfatto eh, la mia sete di paillettes è stata placata, per carità, è solo che gli sceneggiatori si sono approfittati troppo del cast stellare che gli avrebbe comunque garantito l’incasso milionario e quindi,  non si sono impegnati minimamente. Ma zero eh.

Burlesque alla fine risulta la versione scema e frullata di: “Le ragazze del coyote ugly”+”Moulin Rouge”+”Chicago”. Ma non vagamente eh… stessa storia da bar, il bonazzo muscoloso con l’eye lyner che s’innamora della nuova arrivata, la stessa canzone (Diamons are girl’s best friends), stesse acconciature, stessi costumi, frasi riportate pari pari. Persino una battuta copiata da Sex & the city senza cambiare nemmeno una virgola: “Non capisco perché le chiamino nausee mattutine quando vomiti tutto il giorno”, ma Diosanto… secondo voi non conosciamo Miranda Hobbes? Ma con chi credete di avere a che fare?

Xtina è una tamarra e sempre lo sarà ma ha un gran vocione, questo lo sappiamo, è un dato di fatto. Se ai tempi di Genie in a Bottle dicevamo: “Ammazza e dove la tiene tutta sta voce sto scriccioletto biondo?” ora lo sappiamo perfettamente, dato che sulla sua pappagorgia ci hanno proiettato l’anteprima del film.

E poi dico io… Stanley Tucci… cioè tu sei grandioso, in tutto… ma perché? Perché devi fare sempre la sarta ricchiona nei film? E non lo sapevi che il pubblico sarebbe stato lo stesso de “Il diavolo veste prada”? Ma allora volete proprio offendere la nostra intelligenza?

Inutile che vi dica qual’è stato il vero motivo per cui sono andato al cinema, lo potete facilmente immaginare. Per questioni religiose, of course. Ora ne ho la certezza assoluta: Cher è Dio. L’unica donna (si perché contrariamente ad ogni previsione d’aspetto e vocale lei è una donna biologica) che sia riuscita dove TUTTE hanno fallito: una carriera musicale che cavalca non si sa bene quanti decenni ed anche l’Oscar come Migliore Attrice per: “Stregata dalla luna” . Non riesco davvero ad immaginarmi un mondo senza Cher, altro che Maya, senza di lei sarebbe l’Apocalisse sicura.

Infatti signori miei, l’unico momento emozionante di tutto il film è il suo assolo: “You haven’t seen the last of me”, voce, palco, zigomi e un riflettore. Stop. Guardatelo qui e con i soldi risparmiati fatevi un Big Mac Menu, hanno un panino nuovo che è la fine del mondo.

http://www.youtube.com/watch?v=sGfk6dtMpvg


Annunci

~ di hatterego su febbraio 18, 2011.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: