La frocianza

E’ giunto il momento di parlarvi di un argomento che ho molto a cuore. Come avrete capito leggendomi io parto sempre da un punto ma in realtà… voglio arrivare a tutt’altra cosa. Quindi vi chiarisco subito che questo non è un post sull’omosessualità. L’ho già fatto tempo fa e non amo ripetermi. Meglio partire as usual dall’aneddoto scatenante.

Abbiamo assodato che i gay, già per natura dotati di una cattiveria che anche Ursula e Grimilde troverebbero eccessiva, quando superano una certa età – di media i 50 ma spesso bastano anche i 30 se si vive all’estero – diventano magicamente non-gay. Mi spiego meglio. Tutti abbiamo gusti gay e l’esserlo non c’entra nulla. Le persone più effemminate che conosco sono splendidi padri di famiglia, conosco omaccioni che amano le cremine ma anche le donne, e donne che giocano a calcio e si rasano la testa restando splendide e femminili.

Chiarito ciò, oggi sulla MIA personale bacheca di facebook esprimo un mio personalissimo gusto. Che viene criticato. Ovviamente… credete che l’abbia fatto un etero? Non siamo sciocchi. Così io replico, perché amo il contraddittorio, e per tutta risposta vengo (gesto moooolto da uomo) cancellato dagli amici. Del resto chi se ne frega, gli “amici” sono ben altro. Però dopo ho iniziato a osservare il web e studiare le reazioni dei miei “amici”. Ne è venuta fuori un’interessante riflessione.

Gli etero non sono omofobici quanto i gay.

Un etero se vorrete chiamare il vostro gatto Dorothy non capirà nemmeno il motivo. Sarà il gay a giudicarvi, anche se gay non siete. Se andare al concerto di Cher un etero probabilmente vi accompagnerà ma un gay – che si sistema i capelli dietro le orecchie anche se li porta cortissimi (perché ora va così, come vanno i baffi, certe scarpe e certi pantaloni)  – vi snobberà di certo.

“Cioè… guardi quella roba? Ascolti quel disco? Ma che ricchione….” e dopo scappano a farsi la manicure.

Lo avete centrato il punto vero? Essere gay, etero o trans non significa più nulla. Se avete lo splendido dono della frocianza andatene fieri e non permettere a nessuno di farvi sentire inferiori per questo. Qualunque sia il vostro gusto sessuale. Chi giudica il vostro vostro gusto o una vostra sensibilità è l’unico che merita quella terribile e pericolosa parola.

FROCIO.

Annunci

~ di hatterego su settembre 16, 2011.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: