Diplomazia

 

 

La prima volta che ho visto Fantasia ero solo un bimbetto con la riga in parte. Ero incantato dalle immagini e dalla musica di quel capolavoro, ma chi è cresciuto a ritmo di Chi ha incastrato Roger Rabbit e Volere Volare, (e chi me lo avrebbe detto all’epoca che io e la Finocchiaro avremmo preso spesso il tram assieme?) non può non appassionarsi soprattutto a ciò che unisce il vero all’irreale. Così, Michetti nel finale diventa un cartone animato e fa l’amore con Mariangela, Roger esce dalla tasca dell’ispettore o lo bacia… e Topolino stringe la mano a Leopold Stokowski. Questi momenti sono quelli che ho amato maggiormente. Quei contatti che non potranno mai succedere se non in sogno: l’impossibile.

Stringere la mano di qualcuno è diventato il gesto di cordialità per eccellenza, un simbolo vero della diplomazia. Sono voci correlate su Google tanto per intenderci. Ma è davvero possibile riuscire ad unire due mondi che non sono fatti per parlarsi? Nella vita di adulto la cosa più importante e difficile da imparare è proprio questa, avere a che fare con la gente, interagire anche quando non non ne hai voglia o quando sferrare un bel cazzotto nei denti sarebbe la scelta preferita e preferibile.

Come con la matematica, mi applico, ma non è esattamente la mia specialità.

Nel corso degli anni quindi, diplomatico è divenuto uno dei termini che più detesto, mi rievoca immagini di persone odiose e senza spina dorsale piuttosto che le comuni regole del vivere civile. E’ questo che socialmente ci si aspetta da noi? Che si sorrida e stringa mani in giro per poi lasciarsi andare a commenti e verità diverse dietro porte ed angoli dove pensiamo di non essere ascoltati? Chi viene da una paese come il sottoscritto detesta simili comportamenti perché li ha vissuti all’esasperazione, ha sperato che la città fosse diversa e ha sbattuto la faccia sul suo essere ben peggiore.

La diplomazia è solo la versione furba della lealtà. E mi disgusta. La lealtà non dovrebbe avere né contrari né sinonimi.

Quantomeno quella verso noi stessi.

Annunci

~ di hatterego su novembre 28, 2011.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: